Come e perché pulire la lista contatti?

Pulire periodicamente la propria lista contatti è importante in quanto il valore di deliverability, ovvero la consegna effettiva delle e-mail nell’inbox dei destinatari, influenza la reputazione IP. La mancata consegna di molte newsletter porta ad abbassare la reputazione: questo può portare la nostra campagna di e-mail marketing a finire per gran parte nello SPAM! Se vuoi sapere perché la tua mail finisce nello spam clicca qui.

È buona prassi pulire la lista ogni volta che si esegue un’importazione di contatti o prima dell’invio di una campagna: una campagna per essere considerata buona ed efficace non deve avere più del 5% di bounce!

Il software per l’invio di newsletter Kloudymail ti mette a disposizione una “lavatrice” per pulire la lista dagli indirizzi e-mail. Il sistema elimina tutti quegli indirizzi che hanno già generato dei bounce (ritorni) ad altri utenti, quelli con domini di posta inesistenti oppure che contengono errori di battitura.

Per farlo segui i seguenti passaggi:

  • Vai nella sezione “liste”
  • Apri il menù “gestisci” relativo alla lista che intendi controllare
  • Clicca su “pulisci lista”. Ti comparirà la seguente schermata. A questo punto non ti resterà che selezionare il tipo di controllo che vuoi effettuare e cliccare sul pulsante “avvia la lavatrice”!

pulire la lista

Quali controlli fa la lavatrice?

  1. Verifica la validità sintattica degli indirizzi e-mail: questa voce controlla che gli indirizzi e-mail presenti nella tua lista non contengano errori di scrittura o caratteri non permessi (come il punto di domanda “?”), ad esempio contatti come “@gmil.com o @lib?ro.it” verranno automaticamente disabilitati.
  2. Verifica se nella tua lista sono presenti indirizzi e-mail che hanno già generato dei bounce ad altri utenti: con questa opzione selezionata, il nostro sistema fa un confronto tra gli indirizzi presenti nella tua lista e una lista che Kloudymail ha creato, contenente tutti gli indirizzi che hanno già generato Hard Bounce (se vuoi sapere cosa sono clicca qui). In questo modo i contatti vengono disabilitati automaticamente, questo permette di avere una maggior deliverability e una reputazione più alta dei tuoi domini quando invii le tue comunicazioni.
  3. Verifica l’esistenza del servizio di posta sui domini degli indirizzi e-mail presenti nella tua lista: il server legge il dominio di posta dei tuoi indirizzi (ad esempio @gmail.com), controlla se è presente il record MX e nel caso tenta di effettuare una connessione al relativo servizio di posta. Se il dominio non dovesse presentare tale record o il servizio di posta non dovesse rispondere, l’indirizzo verrà automaticamente disabilitato dal sistema. Quest’ultima tipologia di controllo risulta più complessa e quindi richiede più tempo rispetto alle prime due.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *