Cloud dedicato: quando sceglierlo?

La licenza standard di Kloudymail prevede l’attivazione del servizio di e-mail marketing su Cloud Condiviso al quale viene assegnato un set di IP di invio in comune con altri utenti presenti all’interno del cloud. La licenza standard prevede già di per sé la possibilità di inviare newsletter senza limiti.

IP Condivisi

Gli invii effettuati da un cliente la cui licenza sia presente sul Cloud Condiviso verranno gestiti attraverso un set di indirizzi IP condiviso tra i diversi clienti presenti sul cloud.

La reputazione relativa gli indirizzi IP non sarà quindi determinata dagli invii effettuati da un unico cliente ma dall’intero flusso di comunicazioni inviato globalmente da tutti i clienti del cloud. La reputazione di un cliente influenza quindi anche la reputazione di coloro che condividono gli IP e viceversa.

IP condiviso

IP Dedicati

In questo caso gli invii effettuati da un cliente la cui licenza sia presente sul Cloud Dedicato verranno effettuati attraverso un set di indirizzi IP assegnati unicamente a quest’ultimo.

La reputazione relativa gli indirizzi IP sarà determinata unicamente dagli invii effettuati dal cliente proprietario del Cloud Dedicato.

IP dedicato

Quale soluzione scegliere?

Dipende dalle esigenze del singolo cliente e dal numero di e-mail inviate.

Su un quantitativo di invii limitato la soluzione su Cloud Condiviso costituisce una buona scelta per ciò che riguarda il rapporto qualità / prezzo.

Tuttavia la scelta di IP condivisi talvolta può essere limitante. Poiché la reputazione non è determinata unicamente dalla propria attività ma anche da quella di altri clienti, le cui campagne potrebbero portare talvolta ad un abbassamente della reputazione degli IP utilizzati e a temporanei blacklisting con conseguenze sulla deliverability. Problematiche che vengono tempestivamente prese in carico dal nostro staff tecnico ma che inevitabilmente possono determinare temporanei cali di performance.

In quest’ottica il Cloud Dedicato è l’unica soluzione che tutela il cliente da questi scenari poiché gli indirizzi IP sono in uso esclusivo. Pertanto la reputazione sarà determinata unicamente dall’operato di quest’ultimo.

Il Cloud Dedicato è altresì l’unica soluzione che permette di monitorare in modo più efficace la deliverability, individuando in modo più preciso le criticità sulle quali intervenire. Oltre a questo permette l’attivazione di alcuni servizi accessori quali i sistemi di certificazione SPF e DKIM, e consente l’integrazione con altri sistemi di certificazione forniti da terze parti quali Return Path e che consentono un miglioramento sensibile della deliverability.

 

Qual è quindi la differenza tra licenza standard e Cloud Dedicato?

La soluzione PRO con Cloud Dedicato è consigliata a chi effettua invii a un numero di destinatari superiore a 500.000: in questo modo si ottiene una migliore deliverability ed una migliore gestione della reputazione degli IP assegnati. Unicamente su questo tipo di licenza viene infatti attivata la funzione “Dedicated HD” con sistema di validazione DKIM e SPF che consiste nella generazione di chiavi cifrate che consentono di inserire all’interno delle e-mail spedite una firma univoca (se vuoi saperne di più su DKIM e SPF clicca qui). Tale firma permette al server che la riceve di accertare il legame tra la newsletter e il dominio collegato al server di invio. Il tutto si traduce in un abbassamento delle probabilità che le e-mail vengano classificate come spam, aumentando di fatto la possibilità che giungano a destinazione.

Inoltre il set di IP di invio riservati consente un miglior controllo della reputazione, che incide anch’essa sulla deliverability, poiché dipende unicamente dalla propria attività di e-mail marketing.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *