Come Scrivere Un Perfetto Preheader! - Kloudymail

Come Scrivere Un Perfetto Preheader!

Quando riceviamo una newsletter, la decisione più immediata che prendiamo è se aprirla o no. In questa decisione incidono fortemente l’oggetto e il nome del mittente (tanto più siamo affidabili e conosciuti, quanto più i nostri destinatari saranno invogliati ad aprire la mail). Ma c’è qualcosa da dire anche per il preheader, ossia il frammento di testo che appare proprio accanto o sotto la riga dell’oggetto su iPhone, iPad, alcuni telefoni cellulari Android e su alcuni client di posta elettronica, come per esempio Gmail. Se non stai ottimizzando questo elemento della tua newsletter, stai perdendo una buona opportunità per aumentare i risultati della tue campagne.

Che Cos’è Il Preheader?

Il preheader è la stringa di testo che si vede a fianco o sotto l’oggetto delle newsletter. Nonostante il preheader possa avere un impatto molto significativo sull’efficacia delle campagne di e-mail marketing, molti brand che fanno e-mail marketing non tengono ancora questo elemento nella dovuta considerazione.

Preheader: Tips and Tricks!

“Se non visualizzi il messaggio sottostante, clicca qui”. Questo tipo di messaggio è ancora troppo spesso utilizzato come preheader. Non si tratta però della scelta più adatta, anzi. Prima di tutto, una tipologia simile di preheader non solo non cattura l’attenzione dei nostri lettori, ma soprattutto non ci aiuta a raggiungere l’obiettivo ultimo, ossia l’apertura della nostra mail.

Quindi, come dovresti scrivere il prehader per migliorare l’open rate, i click e di conseguenza per aumentare le conversioni delle tue campagne di e-mail marketing?

Ecco qualche suggerimento:

  • Sintetizza il contenuto della newsletter;
  • Fornisci informazioni più sepcifiche a supporto e/o ampliamento di quanto anticipato nell’oggetto;
  • Se puoi, includi un codice sconto;
  • Inserisci una call to action;
  • Aggiungi una scadenza per creare senso di urgenza;
  • Includi la tua value proposition;
  • Non inserire l’opzione di disiscrizione;
  • Testa e ottimizza il preheader;
  • Evita le ripetizioni;
  • Ricorda che ciò che cattura l’attenzione dei lettori è ciò che stai offrendo loro. Quindi, fagli capire che hai la proposta giusta per chi ti sta leggendo!

Inoltre, puoi personalizzare il prehader inserendo la variabile del nome del destinatario, per esempio, oppure citando un articolo del tuo e-commerce simile alle preferenze di acquisto già mostrate dal lettore.

Il preheader ti dà la possibilità di fare la differenza nell’open rate delle tue campagne. Scrivi un testo breve e semplice, che approfondisca l’oggetto e anticipi il contenuto della newsletter. Non svelare tutto, ma al contempo non essere confuso o noioso. Quando invii una campagna di e-mail marketing, la prima impressione è l’unica cosa che conta per avere la meglio sui tuoi competitor. Per riuscire a fare questo, il prehader ti può dare un grande aiuto. Prova e facci sapere, ok?